La vera storia dietro When They See Us – la vera storia dei Central Park Five

La vera storia dietro When They See Us – la vera storia dei Central Park Five

Le migliori VPN per Netflix
CyberGhost VPNLa migliore VPN Netflix
Politica di non registrazione
Protezione Wi-Fi
Soddisfatti o rimborsati

Abbiamo una garanzia di rimborso di 45 giorni, per darti abbastanza tempo per testare le app e vedere se sono adatte a te.
Visualizza affare
Surfshark VPNVPN piu economica
Dispositivi illimitati
Migliore sicurezza
La migliore velocita


Da soli $ 2,49 USD al mese e un'opzione fantastica e premium incredibilmente semplice da usare. Lo sblocco di Netflix negli Stati Uniti e la sua specialita in questo momento.
Visualizza affare


Tre anni dopo aver approfondito la relazione tra pregiudizio razziale e incarcerazione di massa negli Stati Uniti con il suo documentario candidato all'Oscar 13th, l'acclamata regista Ava DuVernay è tornata su Netflix con una drammatizzazione di un caso straziante nella vita reale: i Central Park Five.



Annuncio pubblicitario

La serie in quattro parti, When They See Us, segue Antron McCray, Yusef Salaam, Korey Wise, Kevin Richardson e Raymond Santana, un gruppo di adolescenti neri e ispanici che sono stati ingiustamente imprigionati per lo stupro di un jogger nel Central Park di New York il 19 aprile 1989.

Nel 2002, dopo che la maggior parte dei ragazzi aveva scontato la pena detentiva (Wise, l'unico processato da adulto, era ancora in carcere), uno stupratore seriale si fece avanti e ammise di aver commesso il crimine. Le prove del DNA in seguito hanno confermato la sua affermazione.



Il dramma copre un periodo di 25 anni, dalla notte dell'arresto dei cinque al loro accordo con New York City nel 2014, che li ha visti assegnare $ 41 milioni di dollari dopo che le loro convinzioni sono state annullate.

Ma quali sono gli eventi reali che hanno ispirato la serie di Ava DuVernay e quanto è rimasta fedele a loro?

RadioTimes.com ha parlato con Jim Dwyer del New York Times, che all'epoca si occupava del caso, per capire cosa fosse successo e perché.



Ecco la vera storia dietro When They See Us.

Qual è la vera storia dietro When They See Us?

TIl caso del jogger appartiene a un momento storico, non a un pubblico ministero o investigatore qualsiasi; è cresciuto nei terreni di un tempo rancido, arrabbiato, pauroso -Jim Dwyer

La città era alla fine di quasi quattro decenni di declino della popolazione, della ricchezza e dell'attività economica, dice Dwyer a RadioTimes.com. Le armi erano più economiche, più letali e più disponibili che mai. C'erano cinque o sei omicidi al giorno e molte altre sparatorie non mortali.

La violenza era all'apice e la maggior parte era localizzata nei quartieri poveri, motivo per cui, secondo me, era tollerata. Qualsiasi violazione dei confini di classe o razza, tuttavia, ha causato un panico che ha amplificato un orrore individuale e ha indotto la stampa principale a prestare attenzione. Questo è quello che è successo qui.

Cosa è successo la sera del 19 aprile 1989?

Il 19 aprile 1989, Trisha Meili, una jogger bianca di 28 anni, è stata duramente picchiata e violentata brutalmente a Central Park. Il suo corpo è stato trascinato per oltre 300 piedi in un burrone poco profondo, dove è stata lasciata per morta.

Quella stessa notte, un gruppo di circa 30 adolescenti neri e ispanici vagava per il parco. Alcuni hanno causato problemi, aggredendo i ciclisti e aggredendo i passanti.

Cinque adolescenti – i quattordicenni Raymond Santana e Kevin Richardson, i quindicenni Antron McCray e Yusef Salaam e il sedicenne Corey Wise – sono stati arrestati dalla polizia di New York poche ore prima del ritrovamento di Meili, e successivamente dalla polizia li ha collegati all'attacco.

Tutti inizialmente hanno negato qualsiasi coinvolgimento nello stupro, o qualsiasi altro crimine che ha avuto luogo nel parco quella notte, ma dopo ore di interrogatorio ognuno ha puntato il dito contro uno dei loro coetanei e ha confessato di essere stato coinvolto in un modo o nell'altro .

Hanno firmato confessioni e sono apparsi in video affermando di aver assistito a uno degli altri violentare Meili. Molti dettagli nelle loro dichiarazioni, inclusa la posizione e la descrizione degli eventi, erano in contrasto con le prove forensi.

Quello che è successo dopo?

Yusef Salaam (a destra) sulla strada per il suo processo

Ci sono state proteste contro la decisione della città di portare i ragazzi a processo.

La maggior parte dello scetticismo era nelle comunità afroamericane e latine, che avevano più familiarità con le ingiustizie associate alle forze dell'ordine, dice Dwyer.

ioNon era inverosimile che i giovani avessero confessato qualcosa che non avevano fatto. È interessante notare che alcune figure bianche di spicco della Chiesa cattolica di New York si sono fatte avanti e hanno esortato le persone a raffreddare la retorica, preoccupate che la verità potesse essere spazzata via dalle maree di rabbia. L'era del DNA era appena iniziata e non aveva ancora aperto gli occhi a molte persone sulla reale possibilità di false confessioni.

Nel 1990 si sono svolte due prove. Nel primo, Salaam, McCray e Santana sono stati condannati per stupro, aggressione, rapina e sommossa. Nel secondo, Richardson è stato condannato per tentato omicidio, stupro, aggressione e rapina, e Wise è stato condannato per abuso sessuale e aggressione.

Quanto tempo sono stati in prigione i Central Park Five?

McCray, Salaam, Richardson e Santana sono stati tutti condannati al massimo delle condanne per i minorenni, 5-10 anni. Wise, invece, a 16 anni, fu processato da adulto e condannato a 5-15 anni.

Ecco per quanto tempo sono serviti:

Raymond Santana: 7 anni

  • Kevin Richardson: 7 anni
  • Antron McCray: 7 anni
  • Yusef Salaam: 7 anni
  • Korey Wise: 13 anni.

Quando sono state annullate le loro accuse? Chi era il vero perpetratore?

Matias Reyes, 18 anni, sospettato di stupro e omicidio seriale, viene prelevato dai detective della stazione di W. 82d St. per la prenotazione

Nel gennaio 2002, Matias Reyes, uno stupratore seriale attivo a New York all'epoca dell'attacco di Meili, ha confessato di aver commesso lo stupro. Stava già scontando una condanna all'ergastolo per 33 anni per l'omicidio e lo stupro di una donna incinta di 24 anni nell'Upper East Side di Manhattan.

I test del DNA non solo hanno dimostrato il suo coinvolgimento, Lo riporta il New York Times Times all'epoca, ma ha anche mostrato che le prove fisiche erano state erroneamente utilizzate in due processi nel 1990 per coinvolgere i cinque adolescenti.

Poi, il 6 dicembre 2002, l'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha presentato un rapporto alla Corte Suprema dello Stato chiedendo l'annullamento delle condanne che hanno mandato in prigione i Central Park Five. In esso, ha spiegato che un riesame di 11 mesi del caso aveva trovato prove forensi che Meili era stata picchiata e violentata da un uomo – Reyes – non cinque.

Le condanne e le accuse furono annullate il 20 dicembre dello stesso anno.

Ero scettico sul caso quando è stato processato, trovando poco plausibile che le confessioni recitate dagli investigatori provenissero dalla bocca di ragazzini di 14 o 15 anni, e anche colpito dalla mancanza di prove fisiche che collegassero qualcuno dei cinque a tali un crimine intimo e sanguinoso, disse Dwyer.

Ma avevo dimenticato quei dubbi dopo che il caso era finito e gli anni erano passati. Quindi, quando il racconto di Reyes è emerso nel 2002, ero dubbioso sulla sua storia. Poi il mio compagno di segnalazione, Kevin Flynn, ed io, abbiamo esaminato i registri dei casi originali e siamo rimasti colpiti da quanto fossero fragili e contraddittori su quasi ogni punto essenziale. Questo mi ha sbalordito: quanto ci fossimo sbagliati tutti e come la storia si fosse ossificata intorno alla finzione.

Dove sono adesso i Central Park Five?

Korey Wise gestisce il Korey Wise Innocence Project presso la Colorado Law School, che offre consulenza legale gratuita ai condannati ingiustamente. È l'unico membro dei Central Park Five che è rimasto a New York City.

Antron McCray vive con sua moglie e sei figli ad Atlanta, in Georgia. A maggio, ha detto Il New York Times che ha ancora sentimenti complicati sulla sua relazione con suo padre.

A volte lo amo, disse. La maggior parte delle volte, lo odio.

Ha aggiunto di essere danneggiato da quello che gli è successo in passato.

Sono danneggiato, lo sai? Egli ha detto. So che ho bisogno di aiuto. Ma mi sento come se fossi troppo vecchio per chiedere aiuto ora. Ho 45 anni, quindi mi concentro solo sui miei figli. Non sto dicendo che sia la cosa giusta da fare. Rimango solo occupato. Rimango in palestra. Guido la mia moto. Ma mi divora ogni giorno. mi mangia vivo. Mia moglie sta cercando di farmi aiutare, ma continuo a rifiutare. È proprio qui che mi trovo adesso. Io non so cosa fare.

Yusef Salaam è un oratore pubblico e scrittore che vive in Georgia con sua moglie e dieci (!) figli. Nel 2016 ha ricevuto un premio alla carriera dall'allora presidente Barack Obama.

Raymond Santana è il fondatore di un'azienda di abbigliamento chiamata Park Madison NYC. È un produttore cinematografico e ha twittato DuVernay nel 2015 con l'idea di fare un film sul caso Central Park Five, suscitando il suo interesse.

Kevin Richardson è un oratore pubblico, che vive nel New Jersey con sua moglie e due figlie.

Voglio che tutti sappiano che siamo sopravvissuti a questo e non vogliamo vedere un altro Central Park Five, ha detto al New York Times. Non vogliamo vedere un altro Scottsboro Boys. Non vogliamo vedere un altro Emmett Till.

Chi è Linda Fairstein?

L'ex capo della Sex Crimes Unit presso l'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan, che ha supervisionato il perseguimento dei Central Park Five. Nella serie, è interpretata da Felicity Huffman.

È anche un'autrice di best-seller, nota per la sua serie di romanzi basata sulla fittizia procuratrice di Manhattan Alexandra Cooper.

Fairstein ha lasciato l'ufficio del procuratore distrettuale nel 2002, prima che le condanne venissero annullate (ha annunciato il suo piano di ritirarsi nel 2001, prima che Reyes si facesse avanti).

Nel 2017, lei consultato con il team legale di Harvey Weinstein su un caso in cui una giovane donna aveva accusato il produttore di palpeggiarla. Ha messo in contatto l'avvocato di Weinstein con il suo successore al Sex Crimes Bureau. Ha detto al NYT di ritenere che la denuncia della donna fosse infondata.

L'ex procuratore Linda Fairstein

Nel un'intervista con il New Yorker nel 2002, ha sostenuto la sua conclusione dall'indagine originale su Central Park Five.

Penso che Reyes sia scappata con quel branco di bambini, ha detto. Rimase più a lungo quando gli altri se ne andarono. Ha completato l'assalto. Non credo ci sia dubbio nella mente di nessuno dei presenti durante il processo di interrogatorio che questi cinque uomini fossero partecipanti, non solo negli altri attacchi di quella notte, ma nell'attacco al jogger.

Nel 2018, i Mystery Writers of America hanno annunciato che Fairstein avrebbe ricevuto il premio alla carriera 2019 Grand Master Award, ma ha annullato la decisione due giorni dopo, citando una controversia in cui era coinvolta di cui l'organizzazione non era a conoscenza in precedenza.

Dopo l'uscita di When They See Us su Netflix, #CancelLindaFairstein ha fatto tendenza su Twitter e Raymond Santana è stato pubblicamente supportato una petizione che esorta librai ed editori a tagliare i ponti con lo scrittore e fermare la promozione e la vendita dei suoi romanzi.

In che modo Donald Trump è stato coinvolto nel caso Central Park Five?

Due settimane dopo l'attacco, molto prima che gli adolescenti fossero stati erroneamente giudicati colpevoli dei crimini, Donald Trump - allora un investitore immobiliare assetato di attenzione della stampa - ha tirato fuori 85.000 dollari di annunci sui giornali, chiedendo la loro esecuzione.

Voglio odiare questi rapinatori e assassini, ha scritto Trump. Dovrebbero essere costretti a soffrire e, quando uccidono, dovrebbero essere giustiziati per i loro crimini. Devono servire da esempio in modo che gli altri pensino a lungo prima di commettere un crimine o un atto di violenza.

Sorprendentemente, durante l'apice della sua campagna presidenziale nell'ottobre 2016, ha raddoppiato il suo messaggio, nonostante le loro condanne fossero state annullate nel 2003.

Hanno ammesso di essere colpevoli, ha detto in una dichiarazione alla CNN. La polizia che ha svolto l'indagine iniziale ha affermato che erano colpevoli. Il fatto che quel caso sia stato risolto con così tante prove contro di loro è scandaloso.

Quanti soldi hanno vinto i Central Park Five dallo stato dopo che le loro condanne erano state annullate?

Nel 2014, gli uomini hanno ricevuto un risarcimento di 41 milioni di dollari, circa 1 milione di dollari per ogni anno trascorso in carcere, anche se lo stato ha trascurato di assumersi la responsabilità per le condanne errate.

La città di New York ha negato e continua a negare che essa e gli imputati nominati individualmente abbiano commesso violazioni della legge o siano stati coinvolti in atti illeciti riguardanti o relativi a eventuali accuse che erano o avrebbero potuto essere asserite, l'accordo, ottenuto dal New York Times , stati.

Raymond Santana, Antron McCray, Kevin Richardson e Yusef Salaam hanno ricevuto ciascuno 7,125 milioni di dollari, mentre Korey Wise, che ha scontato quasi 13 anni di carcere, ha ricevuto 12,25 milioni di dollari.

E la storia del jogger?

La Central Park Jogger racconta la sua storia nel bestseller del New York Times Io sono il jogger di Central Park: una storia di speranza e possibilità. Trisha Meili rompe il silenzio nel libro quattordici anni dopo che il suo attacco ha fatto notizia. Il libro non copre l'attacco vero e proprio poiché Trisha non ne ha memoria, ma condivide aneddoti della sua riunione con i medici e le infermiere che l'hanno aiutata, come si è sentita a testimoniare in tribunale e come è stata la sua prima corsa dopo l'attacco .

I Cinque di Central Park è stato anche ripubblicato alla luce della serie Netflix. Pubblicato originariamente nel 2011, il libro espone i fatti del caso. Il libro è stato presentato come la storia non raccontata di uno dei crimini più infami di New York.

Annuncio pubblicitario

When They See Us esce su Netflix venerdì 31 maggio.