Come si inserisce Joker nell'universo di Batman?

Come si inserisce Joker nell'universo di Batman?

Le migliori VPN per Netflix
CyberGhost VPNLa migliore VPN Netflix
Politica di non registrazione
Protezione Wi-Fi
Soddisfatti o rimborsati

Abbiamo una garanzia di rimborso di 45 giorni, per darti abbastanza tempo per testare le app e vedere se sono adatte a te.
Visualizza affare
Surfshark VPNVPN piu economica
Dispositivi illimitati
Migliore sicurezza
La migliore velocita


Da soli $ 2,49 USD al mese e un'opzione fantastica e premium incredibilmente semplice da usare. Lo sblocco di Netflix negli Stati Uniti e la sua specialita in questo momento.
Visualizza affare


**Questo articolo contiene spoiler per Joker**

Il nuovo film spin-off di Batman, Joker, è una versione radicata e basata sui personaggi del più grande nemico del Caped Crusader, con Joaquin Phoenix che si trasforma in una performance viscerale nei panni del comico e clown fallito Arthur Fleck.



Annuncio pubblicitario

Tuttavia, l'estetica indie di Joker non significa che sia completamente separato dai fumetti (e dai film di supereroi) che lo hanno generato, con alcune connessioni cruciali con l'universo di Batman che lo collocano saldamente all'interno del mondo del Cavaliere Oscuro.



Non ultimo il fatto che Batman stesso appaia nel film...

Batman è in Joker?

Batcaverna; Bruce Wayne/Batman-BEN AFFLECK; Posizione

Warner Bros. Entertainment, Inc.

Beh, in qualche modo, sì. In un paio di punti della narrazione incontriamo il giovane Bruce Wayne (che in seguito diventa Batman), per la prima volta quando Arthur visita Wayne Manor e cerca di costringere il giovane maestro Wayne a sorridere (fino a quando non viene fermato dal maggiordomo Alfred, interpretato da Douglas Hodge). ), e di nuovo più tardi, quando la morte calpestata dei suoi genitori (vedi sotto) si svolge sullo schermo.



Tuttavia, è il padre di Bruce, Thomas, a svolgere un ruolo più importante nella storia. Appare prima come candidato per il sindaco di Gotham City che suscita disordini per la disuguaglianza della città, e in seguito si lega più direttamente alla trama di Arthur quando l'aspirante stand-up crede che Thomas sia il suo vero padre.

In una strana svolta, questo avrebbe reso Joker il fratellastro di Batman, anche se il film in seguito rivela che questo retroscena era una fantasia di sua madre, che lavorava per i Waynes e in seguito adottò Arthur.

Ci sono le uova di Pasqua di Batman in Joker?

Joaquin Phoenix come Joker (Warner Bros)

Pochi, anche se non così tanti come si potrebbe pensare. Ovviamente personaggi come Thomas e Martha Wayne, Alfred e Bruce Wayne compaiono nel film, e la famosa origine di Batman - dove i suoi genitori vengono uccisi in Crime Alley, ispirandolo a condurre una vita di vigilantes - appare verso la fine del film.

All'interno di quell'origine, compaiono anche due dettagli cruciali che legano la morte dei Waynes ai fumetti e ad altre interpretazioni cinematografiche. In primo luogo, il film che la famiglia sta vedendo prima di essere rapinato - Il marchio di Zorro degli anni '20 - è stato incluso nelle origini di Batman dal 1986, quando Frank Miller lo scrisse nel suo fumetto seminale Il ritorno del cavaliere oscuro (in precedenza, è stato appena notato che il Waynes stava tornando a casa da un film).

Un altro dettaglio di Joker - le perle rotte della madre di Bruce, Martha - è apparso in modo memorabile anche in quella miniserie di fumetti, e questo è diventato un elemento distintivo della scena della morte che appare in quasi tutte le incarnazioni sullo schermo della storia, tra cui Batman del 1989, Batman del 1995 Per sempre, Batman Begins del 2005, la serie TV Gotham e Batman vs Superman del 2016 tra gli altri.

C'è un leggero cambiamento in questa scena, tuttavia, con la morte dei Waynes caratterizzata come parte di una rivolta più ampia che si svolge a Gotham ispirata al personaggio da clown di Arthur, mentre in altri media era stata presentata come un crimine una tantum.

Warner Bros

Altri richiami ai classici fumetti di Batman includono l'ospedale psichiatrico in cui Arthur e sua madre erano stati precedentemente ricoverati, chiamato Arkham dopo la prigione/asilo dove sono finite la maggior parte delle vittime di Batman, e i sogni di Arthur di diventare un cabarettista (sopra), che sono condiviso dall'uomo che sarebbe diventato il Joker nel classico (e controverso) fumetto di Alan Moore The Killing Joke.

E, naturalmente, l'aspetto e il nome di Arthur come Joker sono presi direttamente dall'arcinemico di Batman, anche se con un aspetto leggermente più radicato.

Il Joker di Joaquin Phoenix apparirà nei film di Batman di Robert Pattinson?

Axelle / Bauer-Griffin / FilmMagic

Quasi certamente no – nonostante i recenti commenti di Joaquin Phoenix che potrebbe desiderare un sequel, Joker è stato annunciato come uno studio sul personaggio una tantum incentrato sull'iconico clown supercattivo, e non è destinato a legarsi al franchise più ampio anche se ci sono più film con protagonista il personaggio.

Con questo in mente, non sorprende che il regista di Joker Todd Philips abbia affermato che la versione del personaggio di Joaquin Phoenix non apparirà sicuramente nel regista Matt Reeves e nel prossimo reboot di Batman di Robert Pattinson.

Abbiamo realizzato questo film, l'ho proposto alla Warner Bros. come un unico film. Esiste nel suo mondo. Ecco, disse.

E probabilmente non apparirà nemmeno in nessun altro film, nonostante Phillips inizialmente sembrasse aperto all'idea.

Farei qualsiasi cosa con Joaquin Phoenix, qualsiasi giorno della settimana, ha detto Phillips ad agosto.

Il regista Todd Phillips e Joaquin Phoenix partecipano a una proiezione speciale del film in uscita JOKER. Al cinema il 4 ottobre.

Non c'è nessuno come lui. Se fosse disposto a farlo, e se le persone si presentassero a questo film, e la Warner venisse da noi e dicesse: 'Sapete una cosa? Se voi ragazzi riusciste a pensare a qualcosa...' Beh, ho la sensazione che io e lui potremmo pensare a qualcosa di piuttosto interessante.

Tuttavia, il regista in seguito ha ritrattato questi commenti, descrivendo come fastidiosi i rapporti su un possibile sequel di Joker.

Non abbiamo piani per un sequel, ha detto alla stampa dopo una proiezione.

La citazione era: 'Farò tutto ciò che Joaquin vuole fare'. E lo farei. Ma il film non è impostato per [avere] un sequel. L'abbiamo sempre presentato come un film, e basta.

Eppure non si sa mai. Se Joker è un successo così grande come un sospetto, e Joaquin Phoenix è desideroso di affrontare il Batman di Robert Pattinson, forse non abbiamo visto la fine di questa versione di The Clown Prince of Crime dopotutto...

Sai, non avrei pensato a questo come al ruolo dei miei sogni. Ma ora, onestamente, non riesco a smettere di pensarci, ha detto Phoenix al talk show americano Popcorn con Peter Travers.

Ho parlato molto con Todd [Phillips, il regista] di cos'altro potremmo essere in grado di fare, in generale, solo per lavorare insieme, ma anche in particolare, se c'è qualcos'altro che possiamo fare con Joker che potrebbe essere interessante.

Quindi, è finito per essere un ruolo da sogno. Non è niente che volessi davvero fare prima di lavorare a questo film.

Ha continuato: Non so che ci sia [altro da fare].

Io e Todd gireremmo ancora adesso, se potessimo, giusto? Perché sembrava infinita, le possibilità di dove possiamo andare con il personaggio.

Annuncio pubblicitario

Joker ora è al cinema